commenti 0

Telefonate truffa da (agenzie che si fingono) Google

“La contatto per conto di Google, stiamo facendo delle verifiche sulle nostre mappe e la vostra attività non risulta…” Oppure “La contatto da Google, abbiamo visto che il vostro sito non è ben posizionato… ” Se vi sono capitate telefonate o mail che cominciano in questo modo, questo articolo fa per voi perché vi spieghiamo come riconoscere ed evitare le truffe dei falsi Google.

Nell’ultimo periodo diversi clienti ci hanno segnalato di essere stati contattati da (qualcuno che si fingeva) Google che voleva proporre loro il posizionamento su Google Maps o sul motore di ricerca.
Dopo aver ricevuto anche noi una di queste telefonate abbiamo pensato di scrivere un articolo per fare un po’ di chiarezza sull’argomento.

Google non telefona per vendervi i suoi servizi

Partiamo da un punto chiaro e fermo: Google non telefona, non invia mail e non manda commerciali per proporre e vendere i suoi servizi.
L’inserimento nelle mappe e il posizionamento sui motori di ricerca sono servizi offerti da professionisti e agenzie (sì, anche noi lo facciamo), ma se si presentano come Google o in maniera poco chiara, forse c’è da farsi qualche domanda sulla loro serietà e su come poi lavoreranno.

Google maps è gratuito e non ha canoni

L’inserimento di un’attività su Google Maps è gratuito, non ci sono canoni o costi da pagare a Google. Questo non significa che un’agenzia non possa richiedervi il costo delle risorse che impiega per realizzare la scheda, ma dovrà essere chiaro e trasparente quanto e per cosa pagate.
Un conto è chiedervi un costo per il tempo e il lavoro delle persone che realizzano i testi, le foto e creano una scheda ricca e accurata con tutte le informazioni, un altro conto è inventare canoni o costi da attribuire a Google che invece non ci sono.

La scheda di Google Maps è vostra: verificate di esserne i proprietari

Questo punto non è direttamente collegato alle telefonate, ma più di una volta ci sono capitati clienti che avevano la scheda su Google Maps, ma non potevano accedervi.
La scheda dev’essere di proprietà dell’attività, l’eventuale agenzia o professionista che vi aiuta a gestirla può accedervi e amministrarla, ma con un account da gestori o amministratori e non da proprietari.

Nessuno può garantirvi al 100% il posizionamento di parola chiave sui motori di ricerca

Come abbiamo detto all’inizio dell’articolo, l’altro servizio che i finti-Google cercano di vendervi è il posizionamento immediato in prima pagina del vostro sito web.
Partendo dal presupposto che detta così la proposta è poco sensata -prima pagina del sito web ma per quali parole? Sono parole ricercate? Sono parole utili per l’azienda?- nessuno può garantirvi un risultato di questo tipo, né tantomeno in tempi brevi.
Agenzie e consulenti SEO possono fare un buon lavoro e riuscire a posizionarvi in prima pagina, ma le modifiche agli algoritmi sono così frequenti che quello della SEO non è mai un risultato definitivo, ma un lavoro continuo di miglioramento e controllo che richiede tempo. Se volete approfondire l’argomento abbiamo dedicato un articolo qui nel nostro blog a cos’è la SEO e come funziona.

Speriamo di aver fatto un po’ di chiarezza sull’argomento e vi lasciamo con il link al supporto di Google per la Protezione contro le chiamate fraudolente. Se avete dubbi o domande, o volete raccontarci la vostra esperienza, scrivetecelo nei commenti qui sotto il post.

Volete migliorare la presenza online della vostra azienda e ottenere risultati dal web?

Scoprite i nostri servizi di web marketing!

Lascia un Commento